top of page
  • Immagine del redattoreSonia

Gal Musette "Moment" - Perdita e dolore


Gal Musette è il nome d'artista usato da Grace Freeman, che ha iniziato a scrivere composizioni liriche basate su pianoforte e chitarra e ad esibirsi con microfoni aperti nella sua città natale di San Clemente, in California, all'età di 10 anni.


A 14 anni, ispirata dal triplo album dei The Magnetic Fields "69 Love Songs", ha registrato la sua raccolta intitolata "70 Love Songs", che ha attirato l'attenzione della band e le è valsa uno slot di apertura in alcune delle loro date del tour nel Midwest degli Stati Uniti. In anni più recenti, Gal ha aperto per diversi artisti famosi come Macy Gray, Suzanne Vega, Todd Snyder e Donavon Frankenreiter. Mentre il suo nome d'artista è preso da bal-musette, la musica strumentale francese basata sulla fisarmonica, in stile valzer, l'ispirazione principale di Gal è tratta da cantautori tra cui Joni Mitchell, Regina Spektor, Björk, Cocteau Twins, Burt Bacharach, Big Thief e The Cure.


Nell'ottobre 2021, Gal ha pubblicato il suo album di debutto "Backwards Lullaby" con un duetto vocale con una delle sue più grandi ispirazioni musicali, Rufus Wainwright. Nel luglio 2022, Gal ha pubblicato un EP orchestrale composto da tre tagli reinventati da Backwards Lullaby con la musicalità di Via Mardot, un talentuoso polistrumentista.


L'ultima uscita Moment canalizza esperienze di dolore e perdita attraverso voci cinematografiche e melodie agrodolci su paesaggi sonori chamber pop esoterici inebrianti. Questo pezzo precede il prossimo album "Pendulum", che uscirà quest'estate.


Gal confida: "Moment era una canzone per cui ho scritto una strofa 7 anni fa, ma a un certo punto ho perso il foglio con il testo sopra e nel tempo ho quasi completamente dimenticato la melodia. Anni dopo, quando ho vissuto una significativa perdita personale, stavo lottando per esprimere il mio dolore e sono caduta in una paralizzante stagione di blocco dello scrittore. Con un colpo di serendipità, il testo è riapparso su un pezzo di carta piegato nel mio vano portaoggetti che ha innescato un ricordo della melodia, e mi ha portato a chiudere il cerchio fino a quando ho finito la canzone e ho iniziato a lasciarmi andare".



 



Comments


bottom of page