• Emanuele

Blandine "Essentiel" - Un elettropop elegante


Blandine è un'artista a due facce: canzone francese da una parte e musica elettronica dall’altra, poesie metaforiche da una parte e osservazioni di una società che non capisce dall’altra.

L'ispirazione che trae dal contatto con l'oceano e la natura in generale le fa scrivere molte poesie che si trasformano in canzoni.

Durante gli incontri, finisce per collaborare con Matthieu Genillard che assiste Blandine fin dalla creazione dei suoi pezzi e porta loro la sua tonalità elettronica, avvicinandosi così ai suoni che piacciono a lei.

Oggi offre un elettropop piccante, a volte solare e pieno di energia, a volte lunare e malinconico: perché Blandine è ciascuna parte di questi due mondi.

Nel tempo, i suoi testi diventano per lei uno sfogo per esprimere i suoi impegni e le sue opinioni sul mondo in cui vive.

Essentiel è un brano composto da strofe eleganti, l’artista riesce ad esprimere tutta la musicalità e la potenza poetica tipica della lingua francese.

La voce calda e delicata dell’artista scorre su una misteriosa base fatta di suoni elettrici, si va a definire un mood contrastante dato da un certo grado di drammatizzazione riscontrabile soprattutto durante il ritornello unito al beat “disco” della canzone.

Al ritornello segue un sottile e raffinato vocal bridge che aumenta di parecchio il volume emozionale.

La stessa armonia vocale che costituisce il bridge si ripresenta stavolta “sporcata” nel finale del pezzo, trasportando l’ascoltatore in un trip latentemente mistico.




Post recenti

Mostra tutti