top of page
  • Immagine del redattoreSonia

Sofi Gev "Softspoken Eyes" - Quando l'infatuazione diventa ossessione


Sofi Gev è il progetto solista della cantautrice americana e artista indie pop Hannah Lovelady. Influenzata da artisti come Birdy, Aurora, Maggie Rogers, Coeur De Pirate, Regina Spektor, Shara Nova dei My Brightest Diamond e Natasha Khan dei Bat for Lashes, la sua musica sovrappone testi introspettivi e insoliti e voci delicate su una miscela sognante di indie pop, elettronica e indie folk. La sua prima e più duratura influenza musicale è venuta da suo padre che le cantava canzoni di Joni Mitchell di notte da bambina.


La scrittura di canzoni di Hannah è iniziata nella sua infanzia, divertendosi durante i viaggi di famiglia inventando canzoni sciocche con la sorella minore. Dopo le lezioni di pianoforte, ha iniziato a suonare il corno francese nella classe della banda della scuola media e ha continuato fino al liceo. Ha affinato il suo senso della melodia cantando le parole delle ricette dei libri di cucina accompagnata da suo padre che suonava la chitarra acustica.


Softspoken Eyes riguarda l'infatuarsi di un'altra persona. Sei iper consapevole di tutto su di lui/lei, dal modo in cui si veste alle sue micro espressioni a come si muove. Desideri ardentemente una connessione più profonda, ma il tuo accresciuto interesse non fa altro che respingerlo/a solamente, il che lo/a rende ancora più attraente. Se ascolti attentamente, sentirai rivelare in modo intimo ma universale una donna che abbraccia e affronta la vita con coraggio, paura, ma onestà.



 



Comments


bottom of page