• Emanuele

Gaby Paul “Untruly” - Sensualità e mistero


Untruly è l’ultimo progetto della cantante e cantautrice americana Gaby Paul. La canzone produce un’atmosfera sensuale e misteriosa che enfatizza lo straordinario talento vocale della giovane artista.



Dal teatro musicale al “Southwest” passando per il Jazz e l’R&B


Gaby Paul è una cantante e cantautrice indipendente americana con sede a Phoenix (Arizona). Ha iniziato a comporre musica e a formarsi vocalmente in maniera professionale alla tenera età di 14 anni; fu allora che iniziò a lavorare nel teatro musicale e nello spettacolo classico.

Anche se aveva un’inclinazione per l'opera, ha presto scoperto che il suo amore principale erano il jazz e l'R&B. Dopo essersi diplomata al liceo in Minnesota si è poi trasferita in Arizona, e da allora ha iniziato a scrivere canzoni ispirate al Southwest e ha collaborato con diversi musicisti locali. Ha inoltre partecipato a vari concorsi vocali vincendo con ottime valutazioni: le tecniche del canto classico l’hanno indubbiamente resa una vocalist professionista.



Talento vocale unico


Nel suo ultimissimo progetto Untruly l'artista si fa infatti notare per la sua voce potente che va a toccare note sentite molto di più in voci maschili piuttosto che femminili, e per l’atmosfera sensuale e misteriosa che crea, mentre la produzione strumentale è lenta e malinconica, seppur semplice e lineare, in grado di far risaltare al massimo il talento vocale della cantante.



Untruly segna l’inizio di una nuova era

(Intervista)


Sin dagli inizi della tua carriera sei sempre stata vicina ad ambienti jazz vantando anche una collaborazione con il noto cantante Dennis Rowland: cosa ha rappresentato per te questo tipo di musica e quanto sono stati importanti per la tua formazione artistica le frequentazioni che hai avuto con tutti gli artisti jazz?

Il jazz è un genere che mi ha fatto apprezzare i grandi che sono venuti prima di me. Mi ha plasmata per diventare l'artista che sono vocalmente. Ho preso lezioni di canto dalla cantante Vicky Mountain e dal crooner Dennis Rowland, entrambi famosi cantanti jazz. Penso che sia importante rispettare l'arte e gli artisti del passato perché puoi imparare qualcosa su chi vuoi essere come artista.

Di che cosa parla il tuo ultimo singolo Untruly?

La mia ultima canzone Untruly parla di una persona che non era completamente impegnata con me romanticamente e con cui nemmeno io ero completamente impegnata. Si tratta di apprezzare la chimica dietro la mia esperienza con quella persona.

In tutti i tuoi brani c’è un tocco vintage, quasi a voler elogiare musica e cultura d’altri tempi. Cosa ne pensi invece del panorama musicale contemporaneo? credi che manchi qualcosa alla musica di oggi rispetto alla produzione artistica che va dal dopoguerra fino agli anni ‘80 - ‘90 almeno? e come vedi le nuove ondate del movimento indie che si stanno affermando a macchia d’olio un po’ in tutto il mondo?

La musica del passato è qualcosa che mi ha sempre ispirato. Sono il tipo di persona che si guarda intorno e vorrebbe sempre essere da qualche altra parte, quindi scrivo a riguardo. Non penso necessariamente che alla musica di oggi manchi qualcosa; scrivo del passato perché mi piace vivere nei miei vecchi ricordi e riportarli in vita.

Quali sono i tuoi artisti preferiti del passato e del presente? C’è qualche artista della scena pop contemporanea con cui ti piacerebbe collaborare/duettare?

Amo e mi ispiro a tanti artisti contemporanei oggi: mi piacciono Kali Uchis, Lana Del Rey, Sabrina Claudio, Lolo Zouaï, Kid Cudi, Travis Scott e Summer Walker. Mi piacerebbe collaborare con uno di questi nomi. I miei artisti preferiti del passato sono Nina Simone, Billie Holiday e Sam Cooke.

Nella biografia del tuo profilo Spotify c’è scritto che infondi il south-west nella tua musica: che cosa significa esattamente?

Sono influenzata dal Wild West perché vivo in Arizona, che fa parte del sud-ovest americano. Sono nata qui e il deserto è sempre stato vicino al mio cuore, è il posto dove ho i ricordi più felici, quindi prendo ispirazione dal deserto di Sonora nella mia musica. Scrivo delle mie esperienze nel deserto attraverso i miei testi.

Nei video di Desvelado Blues e While We’re Young scorrono flussi di immagini cinematografiche: qual è il tuo immaginario di riferimento, a cosa ti ispiri quando scrivi le canzoni?

Quando ho scritto Desvelado Blues e While We're Young stavo pensando al mio passato spericolato e a quanto mi sia divertita. Cerco di portare un senso di euforia nella mia musica e nelle parole che scrivo e faccio riferimento a vecchi film perché penso che ci sia un forte senso di avventura e di vita libera in quelle clip.

I tuoi primi brani avevano un'impronta decisamente soul ma da While we’re young in poi è possibile notare una maggiore contaminazione pop e di sound elettronici, è l’inizio di un “processo evolutivo” volto ad abbracciare sonorità diverse?

C'è sicuramente un "processo evolutivo" nella mia musica al giorno d'oggi rispetto a quando ho iniziato. Sto crescendo e mi evolvo costantemente come persona, quindi il mio stile cambia.

Tornando alla tua ultima canzone Untruly: è l’anticipazione di un album che hai in mente? Quali sono i tuoi progetti futuri, puoi rivelarci qualcosa?

Untruly è il primo singolo che pubblicherò dal mio prossimo EP. Questo disco sarà più simile a un concept album e conterrà 5 canzoni. Ogni traccia avrà un tipo di suono "bedroom R&B", quindi la musica farà il suo debutto in una nuova era.










0 commenti

Post recenti

Mostra tutti