top of page
  • Immagine del redattoreEmanuele

Angelikah Fahray "If I Would Die" - Armonie complesse


L'amata cantante e cantante soul-jazz R&B di Portland, Angelikah Fahray, ha consolidato il suo posto come una delle stelle in più rapida ascesa del Maine. Nel suo breve periodo sulla scena si è esibita in alcuni dei locali più grandi della zona e sta rapidamente guadagnando un esercito di fan col suo marchio unico di scrittura sensuale, ma allo stesso tempo temperata e sofisticata. È apparsa sulla copertina del Portland Press Herald, The Late Show e su Newscenter Maine (WCSH), solo per citarne alcuni. Dal punto di vista vocale è un tour de force, che si intreccia senza sforzo tra estremi dinamici, spesso impennati, e altrettanto morbidi e intimamente coinvolgenti.


Angelikah si è già costruita un bel nome come una delle artiste più dinamiche ed emergenti del New England, apparentemente destinata a cose molto più grandi. Nella sua breve carriera, ha già ottenuto posti da headliner all'All Roads Music Festival, all'Hear Here Festival di Creative Portland, agli ARME Boot Camps 1 & 2 e al Flourish Fest nel New Brunswick, Canada.


Ha inoltre condiviso il palco con artisti di fama internazionale come The Garifuna Collective, Madison McFerrin e la cantante ruandese Kitoko. Dal punto di vista vocale è davvero molto sensuale, e le sue performance sono coinvolgenti e accattivanti.


Finalmente, dopo quasi mezzo decennio nell'industria musicale, è pronta a consolidare il suo posto come prodotto artistico autentico con l'imminente uscita del suo nuovo singolo If I I Would Die, una collaborazione coi produttori Will Bradford (SeepeopleS, theWorst +) e Will Holland (Pixies, Dead Can Dance, Chillhouse Studios), con tocchi distintivi in quasi ogni direzione.


Con If I Would Die, Fahray e il suo team hanno realizzato un brano musicale davvero incantevole. Parti uguali di ballate soul e crawl lo-fi trip-hop, la sua performance vocale impennata e le armonie complesse danno il tono a una professione di amore e impegno davvero sorprendente, e il risultato finale è a dir poco incantatore. La canzone è stata autoprodotta ed è uscita su tutte le piattaforme di streaming il 25 aprile. Il video musicale di accompagnamento è stato creato e prodotto da Caitlin Carolan di Just One Look Media.



 



Comments


bottom of page