top of page
  • Immagine del redattoreEmanuele

Loser Company "Vivarium" - Sognante e lunatico


I Loser Company sono stati fondati nel 2017 con una serie di dieci singoli, seguiti dal loro EP del 2018 "Blueberry Skies" - contenente l'omonimo singolo di successo underground. Nel dicembre 2019, hanno incontrato Shawn Stafford in un locale di Los Angeles e due sono diventati tre, giusto in tempo per la pandemia. La separazione e il desiderio indotti da quei tempi difficili sono stati brutali, ma il dolore ha gettato le basi per il loro primo album, "The Floor". Rinchiusi mentre la vita apparentemente si fermava, con nient'altro che il tempo per elaborare e addolorarsi, hanno sfruttato l'agonia nel canto. Quest'album è stato prodotto da Jeff Friedl (Devo, A Perfect Circle, Puscifer, Altitudes & Attitude, The Beta Machine) e registrato ai Secret Hand Studios di L.A. con l'aiuto di Matt McJunkins (A Perfect Circle, The Beta Machine, Poppy, Puscifer) e masterizzato dal vincitore del Grammy Award Dave Collins (Weezer, Metallica, Bruce Springsteen).


Abbandonati a loro stessi in uno scantinato della metropolitana di Detroit, Mas Kihira e Will Saunders hanno iniziato a fare musica insieme all'età di 12 anni. Successivamente separati dalle lotte e dalle perdite della vita, si sono riuniti in California per caso... o forse per destino. Tuttavia, Will aveva abbandonato la musica e soffriva. Dopo un'esperienza di pre-morte, si è avvicinato a Mas - che non ha mai perso il contatto con la musica - con una ritrovata lucidità, sperando di riaccendere lo scopo e la passione che un tempo condividevano. Mas, dopo aver affrontato la propria sofferenza, ha simpatizzato e ha deciso di unire le forze. Gli incendi distruttivi avevano lasciato terreno fertile per una nuova crescita. Non avevano più niente da perdere e tutto da guadagnare.


La storia di Loser Company è piena di buche, ma non vorrebbero che fosse diversamente, poiché ha insegnato loro che alla fine la strada si spiana, che c'è valore da trovare nel perdere e che non dovresti mai arrenderti. Se perdi tutto, puoi ancora fare qualsiasi cosa. Le loro vibrazioni indie rock più pigre richiamano qualsiasi anima emarginata che è stata dalla parte dei perdenti della vita. La loro missione è rendere la musica piena di gioia malinconica che aiuti le persone nei momenti difficili e ricordi loro di rimanere umili quando i tempi sono buoni. Sono qui per farci sapere che non siamo soli nella nostra perdita, nel nostro dolore, nella nostra angoscia. Che siamo tutti sulla stessa barca e nessuno ne uscirà vivo, quindi siate buoni gli uni con gli altri. L'universalità della musica può fungere da forza unificante in tempi di divisione. Perdenti, unitevi – o come amano dire, “Perdete, con noi”.


Con più di 40.000 ascoltatori mensili di Spotify, Vivarium è il terzo singolo estratto dal nuovo album, in cui il grunge incontra lo shoegaze in un brano estivo, sognante e lunatico. Le due voci si fondono per creare un suono etereo e malinconico, simile agli Oasis.



 



Comments


bottom of page