• Emanuele

Icarus Phoenix “All the same”- Al di sopra del quotidiano

All the same, l’ultimo singolo degli Icarus Phoenix, è una melodia malinconica che affronta tematiche esistenzialiste con una sensibilità tale da catturare le emozioni più profonde dell’ascoltatore.



Moderno ma allo stesso tempo retrò

Formata a Missoula, Montana, la band è composta da Nick Dorsey, Will Pasternak, Ryan Scott e Drew Danburry, con Jed Jones e Josaleigh Pollett. Incorpora elementi di shoegaze, paisley underground e il classico movimento indie. È sia moderno che retrò, semplice e complesso, gentile e pesante.

Quando Drew fu costretto a trasferirsi fuori dallo stato a causa del moderno esodo abitativo, la band, fedele al suo nome, fu riformata con nuovi membri.

Elogio ai sentimenti

Il loro ultimo singolo All the same presenta suoni vagamente ispirati dal britpop fine anni ‘80-inizio ‘90, tuttavia aldilà delle influenze la band riesce a creare uno stile e un sound originale.

La melodia malinconica, scandita da una ritmica semplice ma efficace, contiene una lirica contrassegnata da una straordinaria sensibilità.

Versi profondamente poetici che esprimono un’elevata capacità di astrazione invitando l’ascoltatore a riflettere su sé stesso e sull’esistenza:

“I can see the shrouded future, I can see it through the past

But when I turn all the facts just run away

What is wisdom? Is it similar to faith?”

“Posso vedere il futuro avvolto, posso vederlo attraverso il passato

Ma quando mi giro tutti i fatti scappano via

Che cos'è la saggezza? È simile alla fede?”

“Am I blinded by emotion? Am I trapped in logic's grip?

Is there balance between worlds? Is it all solipsis?”

"Sono accecato dall'emozione? Sono intrappolato nella presa della logica?

C'è equilibrio tra i mondi? È tutto solipsismo?”

Parole in grado di condurre chi ascolta verso un mondo più introverso e personale, portandolo fuori per un attimo dal chiacchiericcio sterile e superficiale del quotidiano.

Nella parte finale la canzone pone l’accento sull’amore e la creatività come naturali antidoti al dolore e alla sofferenza; ne esce fuori una chiave di lettura che vede, in questo brano sfumato da un radicale pessimismo, un elogio ai sentimenti più nobili.





Post recenti

Mostra tutti