top of page
  • Immagine del redattoreSonia

Becca James "If You're Not Home" - Il sentimento di 'casa'


Prendendo le sue influenze musicali dall'artista R&B alternativo Nao e dal duo alt-pop Oh Wonder, per Becca James la musica è conversazione. Fare musica non è solo la sua occasione per parlare di questioni che le interessano, ma anche per porre domande a cui gli altri possono rispondere. I suoi testi introspettivi prendono la spiritualità e la connessione come preoccupazioni tematiche centrali, sottolineate dal suo stile vocale con influenze gospel.


La cantante alt-pop londinese ha pubblicato il suo nuovo singolo If You're Not Home il 23 febbraio tramite AWAL. Prodotto dall'artista e produttore-scrittore Mark Stoney, il brano è una ballata alt-pop sognante ma inquietante sull'amore, la perdita e il desiderio che compongono il sentimento di "casa".


Questa è la sua prima uscita del nuovo anno. Scritto nel suo appartamento di Newcastle quando si sentiva sola e sentiva la mancanza dei propri cari, la traccia è stata trasformata dalla produzione sottile e ambient di Mark Stoney con sovrapposizioni di pianoforte, chitarra e voce, traendo ispirazione dalle ballate elettroniche di Oh Wonder. La coppia ha utilizzato batterie programmate e ha trovato suoni, campionando tutto, compresi i giocattoli rotti in studio, per creare un paesaggio sonoro percussivo unico. La canzone segna un suono nuovo, più maturo e toccante che permette alla scrittura delle canzoni e alla voce potente di James di risplendere.


Iniziato durante il lockdown e completato solo di recente, James ha condiviso che questo è il momento ideale per pubblicare If You’re Not Home prima del suo secondo EP come continuazione del suo obiettivo di condividere la guarigione attraverso la musica. All'interno di qualsiasi lavoro di guarigione profonda, dobbiamo iniziare a indagare il nostro paesaggio interiore, la nostra casa, i nostri corpi e le nostre menti, importanti da esplorare prima di iniziare un viaggio trasformativo di auto-esplorazione, dove la casa è il fondamento del sé. In effetti, c'è una ripetizione di "om" in tutta la canzone, un canto spirituale che è il suono dell'universo.


"Il messaggio centrale è che sono le persone che amiamo e la nostra esperienza emotiva interiore di amore a creare un senso di casa, forse anche più delle nostre case fisiche. Volevo trasmettere l'energia o gli "spazi psichici" nei nostri spazi abitativi e il modo in cui diamo significato a questi spazi, con l'immagine di una casa che prende vita e manca ai suoi abitanti. La canzone tocca il calore del dolore quando ci mancano i nostri cari perduti" spiega Becca.


Si tratta di una canzone che arriva dritta al cuore coi suoi paesaggi sonori eterei.



 



Comments


bottom of page