top of page
  • Immagine del redattoreEmanuele

B.Miles "Separate Rooms" - Uno sguardo nostalgico


B.Miles è un'artista newyorkese che è stata elogiato come un "ponte verso il futuro della musica pop" e per "darci il linguaggio quando le nostre emozioni sono difficili da spiegare".


Il 29 settembre ha pubblicato Different Pages, la sua prima nuova collezione in tre anni che documenta il suo viaggio verso la liberazione dall'idea di successo di qualcun altro; lasciandosi alle spalle l'autocompiacimento mentre fa un atto di fede per trovare la felicità alle sue condizioni. La traccia è stata realizzata con un gruppo affiatato di migliori amici che fungono anche da compagni di band, basandosi su un suono dal vivo che è stato elogiato come universalmente avvincente.


Col suo nuovo singolo Separate Rooms, l'artista riscopre parti di sé che pensava di aver perso ricordando una vecchia fiamma dei suoi primi vent'anni che non era fatta per durare; con ispirazioni da Serge Gainsbourg degli anni '60 al synthpop dell'era dei blog.


La canzone proviene dal nuovo album "Different Pages", il suo secondo lungometraggio di lei e il primo di lei in oltre tre anni. Il documento la vede deselezionare le caselle che una volta sentiva di dover controllare (come una relazione a lungo termine, un lavoro "sicuro", una casa in un quartiere tranquillo) mentre confronta le aspettative sociali obsolete riposte sulle donne tra i 20 e i 30 anni. Al di là dei cliché classici degli album di rottura, questo è incentrato sull'avere il coraggio di chiedersi se sei veramente felice e, cosa più importante, di fare qualcosa se non lo sei. L'album segna anche il progetto più vero mai realizzato da B.Miles con una band intera, ispirato da una serie di spettacoli dal vivo con i suoi migliori amici (Eric Nizgretsky, Jackson Firlik, Matias Quarleri, Rob Seeley) che li hanno portati a suonare come headliner al Bowery Ballroom all'inizio di quest'anno.


L'artista newyorkese afferma: "Dato che gran parte di questo album è stato scritto girando una nuova pagina e trovando la fiducia necessaria per vivere una vita che ti rende felice, volevo un momento in cui ricordare un tempo in cui esisteva un tipo diverso di vita, di felicità che ho cercato di riscoprire in questa nuova versione di me stessa. Separate Rooms è uno sguardo nostalgico all'amore che c'era una volta. È stato scritto per ricordare come può essere l'amore, ma si conclude con il riconoscimento che non era un amore fatto per durare. I testi raccontano una storia di riscoperta di parti del tuo vecchio sé che pensavi fossero perdute, ma, così facendo, hai la maturità per sapere quali sono le parti buone e quelle cattive di quel vecchio te."



 



Commentaires


bottom of page