top of page
  • Immagine del redattoreEmanuele

Pine Barons "Frantic Francis" - Tributo ai Fishmans


Musica giapponese di culto Fishmans


Nato tra i pini pece del sud del New Jersey, Pine Barons è un progetto che si è concretizzato quando degli amici si sono riuniti intorno ai falò negli ambienti ricchi di natura delle loro città natale. Gli inizi della band possono essere fatti risalire ai membri che imparano a conoscere i loro strumenti negli scantinati dei genitori e all'aperto, avventurandosi in giro, esplorando una tavolozza eclettica e intima di punk, jazz e rock sperimentale.


L'LP di debutto della band "The Acchin Book" (pubblicato nel 2017), possedeva una qualità unica dagli strumenti ausiliari e dalle tecniche di registrazione utilizzate; carta piumata trascinata sui dipinti, registrazioni sul campo nei boschi di notte, fisarmonica, arrangiamenti di archi e chitarre ad arco che contribuiscono tutti ai vari stati d'animo e trame del disco, elogiato da Consequence che ha osservato: "I loro complessi arrangiamenti fanno eco al tipo di argomento sconcertante a portata di mano, e il loro lirismo metaforico li vede evocare un mondo oltre la realtà nella speranza di trovare le risposte giuste".


Lo sforzo successivo"Mirage on the Meadow" del 2020, pubblicato durante gli spasimi della pandemia, è stato uno sforzo più isolato, poiché tutte le canzoni sono state scritte, prodotte e progettate dal frontman e polistrumentista Keith Abrams, che ha esplorato temi di connessione umana pur riconoscendo l'impermanenza e l'inevitabilità della morte. Dal punto di vista sonoro, il disco è una fusione psichedelica di indie rock che sposta il cimitero - pieno del terrore che tutti sperimentiamo pur mantenendo un cauto ottimismo che spinge il suo suono ricco e colorato verso un futuro più luminoso.


Durante il processo di mixaggio, Abrams si è imbattuto nella musica della band giapponese di culto Fishmans (attiva tra la fine degli anni '80 e '90) e si è innamorato del loro impareggiabile mix di dream pop, rock psichedelico, trip-hop e dub/reggae. Incapace di parlare la lingua, ha deciso di scoprire cosa significassero effettivamente i testi e, con l'aiuto di un amico di lingua giapponese, ha trovato interpretazioni liriche in inglese delle parole del compianto Shinji Sato. Dopo che il successore del copyright di Sato ha trasmesso la sua benedizione per andare avanti, "I LOVE FISH" è nato ufficialmente.


Un album tributo nel vero senso della parola. Anch'esso prodotto e ingegnerizzato internamente, Pine Barons porta il suo sapore agli arrangiamenti e alle composizioni che comprendono nove canzoni di Fishmans, inclusa l'ambiziosa preferita dai fan, i 30 minuti più Long Season, una canzone che non è mai stata tentata come cover prima d'ora . Abrams ricorda di aver sentito la voce di Sato per la prima volta, notando che "senza nemmeno sapere quali fossero i testi, ho sentito un legame così forte con la voce che li cantava. Mi conferma la genuina bellezza di quella voce e quanto sia veramente universale la musica".


Frantic Francis


Frantic Francis è la prima canzone originale dei Pine Barons dall'ambizioso progetto tributo ai Fishmans del 2022. Il pezzo intreccia suoni ipnotici con immagini oniriche e una linea di basso pulsante, pensata per simulare il risveglio da bambino, quando tutto è di nuovo nuovo di zecca. Ma non dovrebbe essere nemmeno così profondo e menziona l'abbraccio di cose banali, come bere il tè Dopo il progetto I LOVE FISH, mi sono avvicinato alla scrittura di canzoni per i Pine Barons in modo diverso, ponendo maggiore enfasi sulla pazienza, sulla semplicità e lasciando davvero respirare una canzone.



 



Comments


bottom of page