• Emanuele

Darcy Doe “Burn Me Down” - Una dolce, profonda oscurità


Burn Me Down porta con sé un’aura misteriosa, quasi sacrale, e ha il potere di immergere l’ascoltatore in uno scenario del tutto singolare, ma allo stesso tempo familiare: infatti la melodia è incisiva e scava fino a toccare l’inconscio, evocando vissuti individuali e collettivi, riaccendendo ricordi latenti mai completamente sopiti




Tra alt-rock e synth anni '80


Darcy Doe è una formazione emergente ispirata alla synth pop degli anni '80. Uno stile tuttavia riattualizzato con suoni moderni, più consoni all’industria musicale contemporanea.


Il loro sound è oscuro e sintetico; pur mantenendo un mood cautamente ottimista, i loro brani sono permeati da un perenne sottofondo nostalgico.


La nuova Burn Me Down fonde influenze alt-rock ai suoni elettrificati e oscuri dei sintetizzatori.


Burn Me Down


Burn Me Down porta con sé un’aura misteriosa, quasi sacrale, e ha il potere di immergere l’ascoltatore in uno scenario del tutto singolare ma allo stesso tempo familiare: infatti la melodia è incisiva e scava fino a toccare l’inconscio, evocando vissuti individuali e collettivi, riaccendendo ricordi latenti mai completamente sopiti.


La voce dolce, femminile ed enormemente melodica determina un piacevole contrasto con i suoni ombrosi che escono dai sintetizzatori: si viene creare un effetto estraniante ma estremamente gradevole che dà la netta sensazione di calarsi in una realtà parallela ed esplorare così uno spazio nuovo aperto a nuove possibilità.


Ascoltare Burn Me Down è una fantastica esperienza multisensoriale che sconfina in zone non del tutto conosciute e non accessibili all’io razionale.



 









0 commenti

Post recenti

Mostra tutti